In corso

Visioni Concrete

La prima grande mostra antologica di Ermanno Leinardi,curata da M. Dolores Picciau, Silvia Oppo e Antonello Carboni, con le opere provenienti interamente dalla ricchissima collezione degli eredi Leinardi, è ospitata nelMuseo Diocesano Arborense, che sottolinea il proprio impegno per il Bello dedicando anche quest’anno una monumentale esposizione ad un grande maestro dell’arte del Novecento sardo. La mostra presenta tutta la produzione pittorica […]

Di Rame e di Vento

La mostra, curata da Alessandra Menesini, con testi di Mariolina Cosseddu, Alessandra Menesini e Anna Rita Punzo, raccoglie negli ambienti del museo, come in un approdo naturale e pensato da tempo, le opere-nido dell’artista. Oggetti scultorei preziosi nelle forme variate negli anni e intrisi di valori radicati nella poetica dell’artista, che della ricerca della spiritualità ha fatto percorso costante e intimamente sofferto. I primi […]

L’IMMENSO MINUSCOLO

Il Museo Diocesano di Oristano rinnova l’appuntamento con l’arte avente per tema il Sacro. Dal 16 ottobre 2020 sarà visitabile la mostra “L’immenso minuscolo” di Paola Minello (1955-2013). Un percorso che propone al visitatore la ricerca spirituale alla quale l’artista ha dedicato gli ultimi annidella sua vita. Trenta tele dipinte dalla Minello che, con il marito Salvatore Garau, ha condiviso […]

FICTORES. I ceramisti di Oristano Oristano, lunedì 18 maggio 2020

Il Museo Diocesano Arborense riapre il 18 maggio prossimo gli spazi del proprio giardino. Per l’occasione celebra gli artisti della ceramica oristanese attraverso la mostra “Fictores. I ceramisti di Oristano”. Nel meraviglioso porticato saranno esposti i lavori di Pier Paolo Argiolas, Antonello Atzori, Antonio Manis, Arnaldo Manis, Vito Manis, Antonio Marchi, Margherita Pilloni, Caterina Porcu, Valentina Pisu, Angelo Sciannella, Pietro […]

Il Tesoro della Cattedrale

Nella Sala San Pio X è ospitata la mostra permanente Il Tesoro della Cattedrale che si compone di una parte che ripercorre il passato medievale della Cattedrale, dal primo cantiere romanico alla fabbrica gotica del Trecento. Sarà possibile ammirare opere quali i picchiotti del maestro Placentinus, i plutei marmorei, i codici miniati duecenteschi, unitamente ad alcuni frammenti scolpiti dell’antica Cattedrale, […]